Consiglio Comunale del 25 luglio 2016 – Ordine del Giorno

Lunedì 25 luglio si svolgerà una nuova seduta di Consiglio Comunale, prima della prevista pausa estiva. All’ordine del giorno provvedimenti molto tecnici: l’assestamento generale di bilancio e l’approvazione degli equilibri di bilancio 2016-2018.

La seduta si terrà alle 18.30 in Municipio ed è aperta al pubblico. Per consultare l’ordine del giorno completo, fare clic su questo link.

Di seguito, riportiamo come al solito un breve riassunto dei punti in discussione:

1] Comunicazioni del Sindaco

2 e 3] Approvazione del verbale delle sedute precedenti

4] Interrogazione di Nostra Dalmine sulla sospensione della Linea V10 di Locatelli

Avevamo presentato questa interrogazione già nella scorsa seduta, ma non ci era stata data risposta in quanto l’Assessore doveva approfondire la vicenda. La Linea V10, che collega Dalmine alla stazione dei treni di Verdello, è stata drasticamente ridotta (soprattutto negli orari di pendolarismo) per l’Estate. La domanda è dunque quella di capire per quale motivo siano state fatte tali riduzioni, soprattutto negli orari più caldi.

arrivano-le-guardie-su-tutti-gli-autobusguerra-a-portoghesi-e-teppistelli_1f697144-d588-11e4-bc47-311ea4319006_700_455_big_story_linked_ima

5] Verifica degli equilibri di bilancio 2016-2018

Si approva una relazione tecnica del dirigente finanziario, che attesta il permanere degli equilibri di bilancio per l’annualità in corso. Si tratta di una delibera molto tecnica, sulla quale non c’è molto da dire.

6] Assestamento generale di bilancio

Si discute la variazione di assestamento generale di bilancio, dove vengono indicate alcune variazioni di spesa intercorse in questi mesi (dall’approvazione – ad aprile – del bilancio 2016-2018). Nulla di sostanzioso sul piatto, qualche piccola variazione nelle spese correnti e qualche dato più interessante sul conto capitale, ovvero le spese di investimento. Come già avevamo notato, le entrate da alienazione sono molto più scarne del previsto e di conseguenza si riduce anche la possibilità di compiere alcune opere pubbliche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *