“Lunga Vita a Dalmine” il progetto per i giovani che cambierà la città

Opportunità ricchissime sul territorio grazie ai circa 50.000€ conquistati dalle Associazioni di Dalmine per il Bando del Volontariato 2018.

Questo articolo è stato pubblicato sul primo numero di Fly Zone, il giornalino di Nostra Dalmine

Quando le Associazioni di Dalmine ci hanno presentato, in Commissione Giovani, il progetto “Lunga Vita a Dalmine”, siamo rimasti con la bocca aperta. Finalmente, un’opportunità – e che opportunità – per realizzare progetti concreti e innovativi per migliorare la nostra città, a partire dai giovani.

Ma di cosa si tratta?

Il Bando del Volontariato 2018 è la banditura quadriennale che assegna fondi ai progetti di volontariato in Regione Lombardia. Non è facile ottenere questi soldi, perché vengono dati solo a chi dimostra una progettualità innovativa. In questo contesto le Associazioni di Dalmine, coordinate dal CVD, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, si sono rimboccate le maniche e hanno costruito “Lunga Vita a Dalmine”, premiato con ben 50.000€ circa dal Bando. Un grande applauso va soprattutto a Stefano Pontillo, direttore del progetto.

Quali progetti prevede “Lunga Vita a Dalmine”?

I progetti che verranno finanziati dal Bando del Volontariato sono tutti rivolti ai giovani: a partire da loro, verrà costruita una nuova rete di servizi e una nuova idea di città. Le aree in cui è organizzato l’intero lavoro sono tre.

  1. Lavoro e formazione. In quest’area si trovano progetti come l’istituzione di un polo di riferimento per le scuole sui progetti di alternanza scuola-lavoro, e la costituzione di uno sportello del lavoro, rivolto principalmente ai giovani ragazzi e ragazze in cerca di occupazione. È proprio in questo ambito che abbiamo cercato di portare il nostro contributo in Commissione Giovani, a partire dalle idee sviluppate in oltre un anno di discussione nel gruppo “giovani e lavoro”.
  2. Volontariato. L’ambizione del progetto è la creazione di un’associazione giovanile, che si occupi della gestione di attività artistiche e culturali sul territorio. Obiettivo è recuperare e riscoprire alcuni spazi, come le aree verdi di Dalmine e i rifugi antiaerei presenti sul territorio.
  3. Rapporto tra generazioni. In quest’ultima area, si trovano i progetti che mirano al dialogo e alla connessione tra i cittadini più giovani e quelli più anziani, con un continuo scambio di competenze e sensibilità. Un grande progetto!

Noi non vediamo l’ora di vedere la realizzazione di queste importanti occasioni sul territorio! Grazie ancora a chi renderà tutto questo possibile.

Fabio Tiraboschi

Fly Zone viene distribuito ai gazebo di Nostra Dalmine ma se vuoi te lo portiamo a casa: scrivici su Facebook o via mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *