Ci sono novità su Porta Nord

Si tratta di due modifiche alla viabilità molto importanti.

A metà giugno sono state pubblicate delle modifiche riguardanti il progetto chiamato “Porta Nord“, la grande urbanizzazione che prevede la costruzione di edifici residenziali, commerciali e terziari a Sforzatica, tra il campo di calcio e la rotonda dell’autostrada .

Le modifiche riguardano soprattutto la viabilità interna ed esterna.

Un passo indietro

Possiamo dividere in due grandi aree gli interventi di viabilità collegati a Porta Nord: gli interventi interni e gli interventi esterni.

Gli interventi interni riguardano le strade che verranno costruite all’interno dell’area che verrà urbanizzata (area blu). Gli interventi esterni riguardano prevalentemente le modifiche al Provinciale (ex-525) nel tratto dal semaforo Daina-Lombardini alla rotonda dell’autostrada (area rossa). L’area verde è l’edificio commerciale di Gross-Lombardini, azienda di grande distribuzione (ci arriviamo).

Porta Nord Dalmine

Il progetto interno prevede la realizzazione di un grande viale alberato (linea rossa). Il progetto esterno (il provinciale) prevede la costruzione di una rotonda (cerchio rosso) al posto del semaforo di Via Guzzanica.

Porta Nord Dalmine

L’intoppo

Gli interventi sul Provinciale però non interessano solo il costruttore di Porta Nord (la società Ferretti) ma anche Gross-Lombardini, il proprietario del grande edificio commerciale che si trova di fronte a Porta Nord (l’area verde vista prima). Serve quindi mettersi d’accordo.

L’idea era quella di far combaciare le modifiche viabilistiche (la creazione della rotonda al posto del semaforo) con la costruzione di Porta Nord e la costruzione di un nuovo edificio e/o ristrutturazione dell’edificio esistente di Gross-Lombardini (è anni che se ne parla).

Ma Gross-Lombardini ha annunciato che non effettuerà in tempi brevi gli interventi previsti. La viabilità dell’intero progetto deve essere modificata: senza rotonda bisogna ridisegnare il traffico.

Le modifiche

Le modifiche apportate al progetto sono principalmente due:

– Il grande viale alberato non attraverserà tutta l’area ma si fermerà negli spazi commerciali (croce rossa). La prosecuzione del viale sarà solo pedonale e ciclabile (linea rossa).

Porta Nord Dalmine

– Lungo il provinciale sarà aggiunta una entrata/uscita per accedere alla zona commerciale (cerchio rosso). Inizialmente era prevista solo l’entrata.

Porta Nord Dalmine

Cosa va bene e cosa no

Il troncamento del grande viale alberato è sicuramente una buona notizia: il rischio era quello di far diventare Porta Nord un grande varco di accesso a Sforzatica con il pericolo di renderla molto trafficata.

I tentennamenti di Gross-Lombardini – niente rotonda in tempi brevi – invece creano problemi seri alla viabilità dell’area.

Per approfondire

Tutta la nuova documentazione è disponibile a questo indirizzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *