Il Patto Generazionale per un’Amministrazione Civica a Dalmine

I tempi sono finalmente maturi per un governo civico della città, vicino al territorio e in discontinuità rispetto alle logiche che hanno contraddistinto la politica comunale negli ultimi anni. “Patto Civico Dalmine” e “Nostra Dalmine” si uniscono per le elezioni comunali del 2019, scegliendo una politica che valorizzi la comunità e le relazioni sociali che la caratterizzano, difendendo la parte di territorio verde ancora disponibile, e che sviluppi il progetto perché Dalmine diventi una città universitaria.

In un contesto storico contraddistinto da una crescente sfiducia verso la politica e i partiti, è necessario ripartire dalle basi del nostro territorio, le reti sociali, le associazioni e i gruppi civici, per restituire dignità, forza e vigore alla rappresentanza politica.

È un momento che richiede storicamente alle Liste Civiche, impegnate in un ruolo primario sul territorio, la responsabilità e il lavoro per un’amministrazione di Dalmine che si ponga in discontinuità rispetto alle scelte e alle logiche degli ultimi decenni e, che recuperi, con competenza e decisione, il legame con i cittadini, gli operatori economici e i gruppi formali e informali presenti nella città. Un percorso che riparta dalla forza delle persone, delle idee e dei valori per costruire un programma di governo serio e credibile.

Per questo motivo, le Liste Civiche di Dalmine, “Patto Civico Dalmine” e “Nostra Dalmine”, riconoscendo l’importanza delle reciproche esperienze, intendono oggi siglare un Patto Generazionale, una simbolica unione diretta all’amministrazione della città di Dalmine, in un percorso che porterà alle elezioni comunali di maggio 2019.

Siamo convinti della necessità di un’Amministrazione Civica per Dalmine, discontinua rispetto al ruolo rappresentato dai partiti in questi anni, e orientata invece alla costruzione di una direzione coraggiosa per il futuro della città.

Crediamo nella possibilità di cambiare Dalmine con tanta intraprendenza e nella necessità di superare schemi precostituiti che impediscono l’innovazione.

Cosa riteniamo fondamentale nella Dalmine del futuro

Le linee che riteniamo prioritarie e imprescindibili per l’amministrazione e il futuro di Dalmine, sono quelle di una città che, dovrà essere attenta ai servizi primari dei nostri concittadini, con particolare attenzione a quelli che appartengono alle fasce più fragili e deboli; una comunità che recuperi il senso di un territorio che ritrovi la relazione con gli spazi verdi che oltre a valorizzarli li difenda.

Dalmine, con la forte espansione che sta vivendo l’Università degli Studi di Bergamo, sta progressivamente affiancando la città industriale con quella universitaria: è quindi necessario porsi nell’ottica di attrezzare un territorio che accoglierà, sempre più, studenti e aspiranti ingegneri da tutto il nord Italia (e oltre). Tutto ciò stimolerà: una maggiore offerta culturale, più servizi, nuove opportunità imprenditoriali, e ancora maggiori vantaggi per i giovani, in una città più smart, informatizzata e tecnologica.

Il Patto Generazionale non sarà pertanto solo lo slogan che accompagnerà le nostre liste, ma la sfida che consenta alla generazione attuale di accogliere e stimolare quelle future.

Dalmine deve diventare un luogo che possa essere vissuto anche attraverso le capacità che le diverse generazioni possono mettere a fattor comune.

Perché un Patto Generazionale

Da anni, le Liste Civiche di Dalmine lavorano sul territorio, senza legarsi a partiti e movimenti politici, ma cercando di rappresentare al meglio le reti sociali (cittadini, associazioni, operatori economici), con una visione progressista, lungimirante e orientata al futuro.

“Patto Civico Dalmine” è attiva da quasi dieci anni, unisce cittadini, volontari e professionisti provenienti da diverse aree di impegno sociale e civico, ed è rappresentata in consiglio comunale da Valerio Cortese.

“Nostra Dalmine” è la lista civica nata sei anni fa e formata esclusivamente da giovani under 35 del territorio. Tra le caratteristiche che la contraddistinguono, la freschezza e la capacità di impegnarsi per ideare e costruire la città del futuro, anche attraverso serate, discussioni ed eventi, a vantaggio di tutta la cittadinanza. A rappresentarla in consiglio comunale è Roberto Pinotti.

Alle scorse elezioni comunali, nel 2014, le Liste Civiche si sono presentate separatamente, con due candidati sindaci. Fin da subito, però, vi è stato un percorso di naturale avvicinamento, sia nelle iniziative in consiglio comunale, che nel lavoro di definizione e costruzione delle priorità per Dalmine. Questo percorso progressivo ha portato naturalmente negli anni a una sintonia molto forte tra le liste e le esperienze, che oggi stringono un convinto Patto Generazionale.

Il Patto Generazionale unisce da una parte la forte vicinanza al territorio e l’esperienza associativa di “Patto Civico Dalmine”; dall’altra, la competenza dei giovani e la visione alternativa di “Nostra Dalmine”.

La necessità di un Sindaco Civico

Forte è stato il ragionamento sulle caratteristiche che riteniamo importanti per un Sindaco Civico, che possa al meglio rappresentare il progetto e i cittadini per i prossimi cinque anni.

Il profilo che stiamo inquadrando è idealmente lontano dalle logiche partitiche, vicino invece al territorio e alle reti sociali; che condivida e faccia proprio il programma elettorale, con coraggio e carisma, e senza timore di attuare scelte coraggiose, alternative e inedite.

Anche per questo, la riflessione si è spinta al carattere anagrafico del potenziale candidato. Ci piacerebbe un Sindaco giovane: sia simbolicamente, come elemento di discontinuità e rinnovamento; sia operativamente, perché stimoli l’organizzazione comunale, andando oltre il modello amministrativo osservato negli ultimi decenni, con competenza e recuperando un entusiasmo andato perduto.

 

Il percorso per le elezioni comunali del 2019

Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, attraverso un percorso condiviso con la cittadinanza, verranno individuati e indicati i candidati a ricoprire i ruoli amministrativi: non solo il Sindaco, ma anche gli Assessori e le rispettive deleghe, e i Consiglieri Comunali.

Verrà costruito, perfezionato e steso l’intero programma di governo, deciso non solo a risolvere le attuali problematiche sollevate dal territorio, ma anche e soprattutto a tracciare e delineare una visione della Dalmine del futuro.

Il Patto Generazionale è naturalmente aperto a tutti i cittadini, gruppi e associazioni che si ritrovino nei valori esposti e nella visione di città per il futuro, e che desiderino lavorare per il percorso o sostenerlo, con i mezzi che ritengano più opportuni.

Stefano Longhi – Coordinatore “Patto Civico Dalmine”
Valerio Cortese – Consigliere Comunale “Patto Civico Dalmine”
Fabio Tiraboschi – Coordinatore “Nostra Dalmine”
Roberto Pinotti – Consigliere Comunale “Nostra Dalmine”

Un commento su “Il Patto Generazionale per un’Amministrazione Civica a Dalmine”

  1. Sono davvero felice di questa unione. La freschezza e l’informazione sono state le carte vincenti che vi invito a continuare a giocare. Certamente avrete il mio voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *