Società Partecipate: il Piano di Razionalizzazione

Presentato dalla Giunta il Piano di Razionalizzazione delle Società Partecipate: mantenute Uniacque e TBSO, piano di sviluppo per Tecnodal, fusione/dismissione di RIA e dismissione della partecipazione in Autostrade Bergamasche.

La sintesi della risposta alla nostra interrogazione sul Piano di Razionalizzazione delle Società Partecipate dal Comune di Dalmine.

In seguito alla Legge di Stabilità 2015, tutti i Comuni devono procedere alla stesura di un piano di riduzione o aggregazione delle partecipazioni pubbliche non indispensabili.

> Ge.Se.Co. e Servitec, in stato di liquidazione, non sono toccate dal provvedimento e proseguiranno la liquidazione.

> RIA (Risanamento Idrico Ambientale), partecipata per il 18,54%, per la gestione degli impianti di depurazione di acque e rifiuti, con bilancio in perdita, verrà probabilmente fusa con Uniacque o comunque dismessa

> Uniacque, partecipata per il 2,13%, per la gestione del servizio idrico, con bilancio in attivo, verrà mantenuta.

> Tecnodal, partecipata per il 2%, per la gestione del Point tecnologico, con bilancio in perdita, verrà sottoposta a un piano di sviluppo e rilancio delle attività e, qualora conseguisse ulteriori risultati negativi, verrà messa in liquidazione.

> TBSO, partecipata per il 3,11%, per la gestione del trasporto pubblico, con bilancio in attivo, verrà mantenuta.

> Autostrade Bergamasche, partecipata per lo 0,05%, per la progrettazione dell’autostrada Bergamo-Treviglio, in perdita; il Comune di Dalmine provvederà alla dismissione della partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.