Discorso di insediamento al Consiglio Comunale – 26/06/2014

Purtroppo, nel primo Consiglio Comunale dell’amministrazione Alessio, non c’è stata possibilità di effettuare il discorso di insediamento. Ciò ci avrebbe dato possibilità di ringraziare pubblicamente gli elettori e di elencare le nostre prorità di azione. Visto che non abbiamo avuto l’occasione, riportiamo il breve discorso che sarebbe stato effettuato:

Voglio ringraziare come prima cosa tutti i cittadini che hanno dato fiducia alle liste civiche “Nostra Dalmine” e “Si Cambia!”: sono stati ben 1158, un numero straordinario considerando l’alternatività e il coraggio della proposta. A loro va quindi un riguardo speciale, con la speranza di non deludere le loro aspettative durante questa consiliatura. A seguire, un ringraziamento speciale va anche ai compagni di lista, che hanno condiviso un percorso arduo ma sicuramente entusiasmante; in particolare, il pensiero va a Vincenzo Orlando, candidato sindaco, che ha deciso di lasciare il posto in consiglio comunale al sottoscritto. Il suo è stato un comportamento coerente e generoso, che ha dimostrato ancora una volta, a dispetto degli scettici, la genuinità della nostra proposta politica.

Essere a 21 anni in consiglio comunale non è certo un compito facile: l’istituzionalità del luogo richiede una condotta e un’attitudine significativa, che mi auguro di saper portare avanti con forza e costanza. Il mio impegno sarà tutto diretto in quella direzione, con rispetto dei cittadini e delle liste che rappresento. Non sarò infatti un rappresentante della sola “Nostra Dalmine”, ma anche della lista “Si Cambia!” e soprattutto degli elettori che hanno deciso di concederci la fiducia.

I risultati della competizione elettorale ci hanno assegnato il ruolo di minoranza, un ruolo che cerchererò di ricoprire con grande attenzione e impegno, al fine di non condurre un mero comportamento da bastian contrario, ma di appoggiare le proposte che riterrò giuste e di ricusare, al contrario, quelle che riterrò dannose per la città. Al contempo, attraverso gli strumenti consiliari a mia disposizione, cercherò di portare avanti alcune istanze che con il gruppo riterrò opportune. Il metro di giudizio di tutte queste decisioni sarà formato dalle opinioni delle liste e dei cittadini che rappresento e, soprattutto, dal programma elettorale depositato.

In particolare, l’azione mia e del mio gruppo sarà diretta:

  • alla tutela dell’ambiente e del territorio, per una riduzione del forte inquinamento atmosferico, acustico e architettonico presente nella nostra città; in particolare, il riferimento va alla struttura dell’inceneritore, al progetto della nuova autostrada di passaggio per Sabbio e ai terreni sulle frange esterne della città, che si intende tutelare da nuove edificazioni
  • al sostegno del commercio di vicinato e del lavoro cittadino, da raggiungersi attraverso forti azioni in campo viabilistico, urbanistico e progettuale
  • alla valorizzazione della cultura come motore dell’economia e della socialità, a partire da politiche giovanili importanti e concrete
  • al rispetto dei principi di trasparenza e partecipazione verso la cittadinanza

Un segnale importante è già venuto dalla nuova maggioranza: la volontà di costituire una “maggioranza aperta” alle proposte delle minoranze è un passo fondamentale verso uno stile di governo che includa le opinioni altrui e non le ricusi semplicemente perché proposte dell’opposizione. Con la speranza che questa volontà espressa possa risultare effettivamente una condotta di governo concreta, unitamente alle liste che rappresento, esprimo al sindaco Alessio l’augurio di un buon lavoro nell’interesse della popolazione e del comune di Dalmine.

 

Fabio Tiraboschi su Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.