Grazia a Monella – contrari, per evitare un precedente pericoloso

Crediamo che la magistratura debba operare con imparzialità e indipendenza, valutando attentamente il caso e decidendo di conseguenza. In qualità di amministratori, non dovremmo interferire nella sfera del diritto con una richiesta precisa come il sostegno alla richiesta di grazia. Verrebbe a crearsi un precedente pericoloso, che riteniamo si debba evitare.

Durante il consiglio comunale del 23 ottobre 2014, la Lega Nord ha presentato una mozione nella quale si chiedeva che il consiglio comunale sostenesse la richiesta per invitare il Presidente della Repubblica a concedere la grazia al Sig. Antonio Monella.

Il caso che ci troviamo a discutere è sicuramente particolare e fortunatamente inusuale. Un caso a sé, tristemente avvenuto e che non fa invece parte, a mio parere, di una “pericolosa escalation di fenomeni delinquenziali e criminali”, come viene scritto nel documento. Un caso così particolare che persino gli organi giurisprudenziali lo hanno affrontato con una certa cautela, nel caso concedendo un differimento della pena.

Io sono un cittadino che crede fortemente nelle istituzioni e, di conseguenza, nella magistratura. Per questo motivo, ne rispetto pienamente e le decisioni. Altresì, rispetto le possibilità concesse dal nostro ordinamento, tra le quali si evidenzia la richiesta di grazia. È giustamente facoltà del sig. Monella richiedere il condono della pena, ma è altrettanto giusto che la magistratura operi con imparzialità e indipendenza, valutando attentamente il caso e decidendo di conseguenza. Decisioni che dovranno essere rispettate.

Una delle eredità più importanti che ci ha lasciato il filosofo Montesquieu è quella della separazione dei poteri, principio fondamentale nello stato di diritto. Per questo motivo, ritengo che in qualità di amministratori non dovremmo interferire nella sfera del diritto con una richiesta così precisa, il sostegno alla richiesta di grazia. Verrebbe a crearsi un precedente pericoloso, che ritengo si debba evitare.Ribadendo ulteriormente il mio rispetto e la mia fiducia per le istituzioni – e così anticipo la dichiarazione di voto – mi esprimo dunque negativamente nei confronti di questa mozione.

Nota su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.