A Dalmine si respira aria di diritti – InformaDalmine Dicembre 2015

Articolo pubblicato sul numero di dicembre 2015 di InformaDalmine

Come avevamo anticipato nell’ultimo articolo, è stato un autunno ricco di iniziative, di lavoro e di novità. Ci eravamo lasciati ad ottobre parlando di diritti dei cittadini: avevamo infatti predisposto un documento per l’istituzione di un registro per la raccolta dei testamenti biologici. L’amministrazione ha accolto la nostra proposta e dal 2 novembre ogni cittadino può depositare gratuitamente la propria dichiarazione presso la sede comunale. Il documento consente di indicare un fiduciario chiamato ad intervenire sulle proprie decisioni riguardo i trattamenti medici da ricevere o rifiutare in caso di incapacità mentale (es: coma). Si tratta di un grande riconoscimento e di un grande passo in avanti per i diritti dei cittadini a esprimere la propria libera scelta in campo sanitario.

È stato completato anche il processo che, sempre a partire da una nostra mozione con gli amici di “Patto Civico”, ha portato alla trascrizione sulla carta di identità della propria scelta in merito alla donazione di organi. Uno strumento semplice e a disposizione di tutti che riguarda una scelta molto importante per la vita di molte persone, che qualora non espressa rischia, a causa degli ostacoli burocratici (in Italia non c’è il “silenzio assenso” su questo tema) di non poter essere portata a termine. La prossima volta che rinnovate la carta d’identità… scegliete!

Continuiamo con i temi importanti. Finalmente, Bergamo ha scelto la strada dell’accoglienza diffusa dei profughi richiedenti asilo: arriverà un piccolo gruppo di migranti per ogni Comune aderente al protocollo. Questo consente di avere un impatto meno “traumatico” sulla città e di poter svolgere politiche di accoglienza più mirate ed efficaci. Insieme ad associazioni, gruppi politici, sindacati, gruppi culturali e sportivi e alle sette parrocchie di Dalmine, abbiamo dato vita al comitato “Dalmine Accoglie” che collaborerà proprio a questo scopo. Nel nostro piccolo, una grande mano per un problema di rilevanza mondiale, che non si può risolvere ignorandolo o opponendosi in modo strumentale.

Siamo davvero convinti e soddisfatti del nostro lavoro per questi tre importanti aspetti della vita sociale che ci riguardano tutti i giorni e continueremo a impegnarci nei prossimi mesi in questa direzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.