Mascherine per il coronavirus a Dalmine: cosa sta succedendo

L’amministrazione comunale di Dalmine ha acquistato le mascherine lo scorso 8 aprile ma dopo un mese e mezzo alcuni cittadini non le hanno ancora ricevute, nonostante la promessa di consegnarle a tutti in soli cinque giorni. Perché?

Al 19 maggio, parte del territorio non ha ancora ricevuto le mascherine promesse dell’Amministrazione Comunale, che le ha acquistate l’8 aprile (un mese e mezzo fa) con la garanzia che sarebbero state consegnate entro cinque giorni dal ricevimento dell’acconto.

Sappiamo che le mascherine sono state ferme per giorni in dogana, ed ora dopo essere state “sbloccate” sono di nuovo sottoposte a controllo da parte di INAIL, l’istituto che si occupa di infortuni sul lavoro.

Viene spontaneo chiedersi: con quale criterio è stata scelta la società Biesse Holding Srl, che si occupa di impianti fotovoltaici, per la fornitura? Non sarebbe stato meglio rivolgersi ad un produttore locale sicuro, evitando i problemi alla dogana? Cosa succede ora che le garanzie promesse sono state disattese? Perché le mascherine sono sottoposte a così tanti controlli?

In sostanza, perché diversi cittadini non le hanno ancora ricevute? Lo abbiamo chiesto con un’interrogazione protocollata ieri sera, in collaborazione con i gruppi PD Dalmine e Insieme per Dalmine.

Leggi il testo completo dell’interrogazione

La risposta dell’amministrazione (PDF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.