20 giugno: Giornata mondiale dei profughi

Riteniamo indispensabile fare la nostra parte, sottolineando la grave situazione di necessità in cui i rifugiati vengono a trovarsi ed esortando chi ne ha facoltà a collaborare per sostenere queste persone in difficoltà.

È una ricorrenza simbolica, il cui obiettivo è portare all’attenzione pubblica la condizione di milioni di persone in tutto il mondo, costrette a vivere in una situazione di disagio e sofferenza, lontani dalle proprie case e dal proprio Paese, a causa di guerre, persecuzioni, carestie, siccità e calamità naturali.

In questi ultimi anni, con l’acuirsi e l’aggravarsi dei conflitti nelle aree alle porte dell’Europa, la questione riguardo l’accoglienza dei profughi è divenuta più che mai d’attualità anche in Italia.

Riteniamo, quindi, indispensabile fare la nostra parte, sottolineando una volta di più la grave situazione di necessità ed emergenza in cui i rifugiati vengono a trovarsi, ed esortando tutti coloro che ne hanno la facoltà a collaborare con le istituzioni, le associazioni e i volontari per sostenere queste persone in difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.