La “Ex Pensione Privata” verrà ristrutturata

La “Ex Pensione Privata” nel quartiere Ville a Dalmine verrà ristrutturata e affidata alla Fondazione Dalmine. Come Nostra Dalmine pensiamo sia un’ottima notizia per la città.

Ex Pensione Privata Google Earth
Una vista area dell’edificio della “Ex Pensione Privata” [Google Earth]

Cosa è la “Ex Pensione Privata”

L’edificio della “Ex Pensione Privata” si trova in Piazza Leonardo da Vinci, a Dalmine, nel quartiere chiamato “Ville”. Fu edificato tra il 1924 e il 1925 dalla Dalmine S.p.A e ampliato intorno al 1937.

Il libro della Fondazione Dalmine “Opere sociali della Dalmine” (ILTE Torino, 1958) lo descrive così:

La pensione privata ospita gli impiegati che risiedono lontano dalla fabbrica, offrendo spazi per alcune attività ricreative, un bar, un servizio mensa per i quadri aziendali, una biblioteca.

Si parla di circa 40 camere da letto e un ristorante da 120 posti.

La pensione, elegantemente arredata, offre un adeguato servizio di ristorazione, specie a mezzogiorno, ai numerosi dipendenti con residenza fuori Dalmine, ai pensionati, agli ospiti occasionali.

La palazzina a due piani dispone di servizi moderni e linde camerette, nonché di saloni e salette attrezzati con biliardo e apparecchio televisivo.

L’edificio fu progettato dall’architetto milanese Giovanni Greppi – da qui il nome “Città Greppiana”.

Albergo Pensione Privata Dalmine 1960
Un foto della Ex Pensione Privata nel 1960 – Fonte

Cosa è e cosa fa la Fondazione Dalmine

La Fondazione Dalmine – come si legge sul loro sito web – nasce nel 1999 per iniziativa dell’azienda Tenaris Dalmine con l’obiettivo di promuovere la cultura industriale valorizzando la storia dell’azienda stessa, presente sul territorio da più di un secolo.

Fondazione Dalmine gestisce l’archivio storico di Tenaris, realizzando studi e ricerche nei campi della business history e della storia economica e sociale, per poi divulgarne i risultati attraverso mostre e eventi.

Come verrà ristrutturato l’edificio

La società Dalmine SPA ha presentato i progetti per il recupero dell’intero edificio, nello specifico:

  • Nel piano interrato, in ampliamento, verrà trasferito l’attuale archivio storico esistente nella sede della Fondazione Dalmine
  • Al piano rialzato, con l’atrio d’ingresso riprogettato, trovano collocazione un salone espositivo dedicato alla fabbrica virtuale, una sala convegni ed un cortile vetrato retrostante, oltre ad alcuni locali accessori
  • Al primo piano trovano collocazione tre ampi laboratori, oltre a varie aule didattiche ed uffici
  • Al secondo piano trovano destinazione una biblioteca e gli uffici della Fondazione Dalmine

Verrà anche realizzato un parcheggio come opera accessoria.

Il Comune di Dalmine riceverà circa 50.000 euro grazie agli oneri di urbanizzazione.

Aggiornamento: i lavori sono iniziati a febbraio 2022.

Il parcheggio

A maggio 2020 i cittadini del quartiere ci hanno contattato per avere informazioni sul parcheggio che verrà costruito a fianco alla Ex Pensione. Abbiamo quindi chiesto al Comune le tavole progettuali dei progetti esterni alla ex Pensione.

Verranno creati dei parcheggi dove c’è la biforcazione di Via Isonzo:

Dove verranno costruiti i parcheggi [Google Maps]

I parcheggi saranno ad uso pubblico, quindi anche e soprattutto per i residenti. La tavola del parcheggio è qui sotto: i rettangoli gialli sono i posteggi, i cerchi piccoli in verde sono gli alberi.

Il nostro commento

Come Nostra Dalmine, lista civica di minoranza con due consiglieri comunali, accogliamo positivamente la decisione di Tenaris di recuperare un edificio abbandonato presente sul territorio. Il recupero e il riuso di strutture già esistenti è la scelta migliore in un’ottica di riduzione del consumo di suolo (perché non si va a costruire un nuovo edificio) e dell’impatto ambientale (l’industria edile è responsabile di un terzo dei rifiuti prodotti in Italia – fonte).

Uno spazio per tutti
La nostra speranza è che ci potranno essere tante occasioni di utilizzo pubblico dell’edificio, in modo che possa diventare un nuovo spazio di incontro per tutti, anche a disposizione della cittadinanza.

Attenzione ai parcheggi
Il quartiere delle Ville, dove è situato l’edificio, è un quartiere senza grandi spazi per il transito e il posteggio delle auto. È importante evitare la classica invasione di auto durante gli eventi. Una soluzione potrebbe essere la pubblicità del grande parcheggio del Velodromo-Piscine (distante 3 minuti a piedi), così da preservare la tranquillità e il fascino del quartiere.

Tutte le tavole del progetto

3 commenti su “La “Ex Pensione Privata” verrà ristrutturata”

  1. La memoria di una grande azienda, vitale per una città che ne riceve il nome, è storia viva di un motore pulsante ultrasecolare, che prospera ed parte trainante dell’economia di una regione. Spero che la Fondazione dedichi uno spazio, nella storia, anche per CIMI e Montubi in cui ho operato per 10 anni.

  2. L’iniziativa è meravigliosa e non vedo l’ora di vederla realizzata!
    Ho solo una preoccupazione…Leggo che verrà realizzato un parcheggio accessorio, voglio ben sperare non a discapito del bosco antistante con alberi secolari, vero?

    1. Ciao Francesca, grazie per il commento! Il parcheggio verrà realizzato nel triangolo di Via Isonzo, vicino all’entrata del parco. Gli alberi verranno lasciati dove sono. Abbiamo aggiornato l’articolo aggiungendo le informazioni e le tavole progettuali sui parcheggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.