Ci sono stati segnalati disagi per l’accesso all’ASST di Dalmine

A causa della pandemia Covid-19, per accedere all’ASST (ex ASL) di Dalmine bisogna prenotarsi online e questo è un problema soprattutto per gli anziani. Come Nostra Dalmine abbiamo chiesto all’Amministrazione di Dalmine come intende risolvere questo disagio.

Come ben sappiamo, il sistema sanitario ha avuto enormi difficoltà nell’ultimo anno, dovendo sopportare un carico di lavoro molto maggiore rispetto a quanto ci si potesse aspettare. Queste difficoltà non sono state fonte di problemi solo a livello ospedaliero, ma in maniera differente anche a livello locale, con pressione sui medici di base, sulle farmacie territoriali e sulle ASST. In merito a questo ultimo ente, per la tutela di tutti, l’ASST di Bergamo ha deciso quindi di permettere l’accesso alle sue sedi locali solo ad utenti con prenotazione, fatta online sul portale zerocoda.it. Questa scelta coraggiosa, chiaramente, ha portato delle conseguenze spiacevoli, soprattutto nella fascia d’età anziana, meno incline all’uso di piattaforme in rete e al contempo più bisognosa dei servizi di ASST. Ci siamo resi conto pertanto, con le numerose richieste d’aiuto arrivateci, che bisognasse attivarsi in qualche modo.

L’interrogazione

Abbiamo deciso pertanto di scrivere un’interrogazione per capire quale sia lo stato dell’arte in questo momento, se si riescano ad attivare servizi comunali a supporto della persona in questo periodo così difficile. Infatti, sia per l’attivazione dello SPID che per la prenotazione della vaccinazione per gli over 80 sono stati attivati servizi presso rispettivamente la biblioteca comunale “Rita Levi Montalcini” e le farmacie territoriali o i medici di base. Riteniamo quindi sia importante attivare un ulteriore servizio territoriale che faciliti l’accesso all’ASST di Dalmine.

Abbiamo quindi chiesto all’Amministrazione di farsi promotrice nei confronti dell’area PreSST Dalmine – ASST Bergamo Ovest per efficientare il servizio e di portare alternative utili alla popolazione anziana che ha difficoltà nella gestione di connessione wifi, indirizzi email e l’accesso al portale delle prenotazioni zerocoda.it.

Leggi l’interrogazione completa a questo indirizzo

Cosa è successo dopo aver protocollato l’interrogazione

Siamo molto contenti che in questi giorni l’Amministrazione abbia quindi annunciato dell’introduzione dello sportello di supporto digitale presso la biblioteca comunale “Rita Levi Montalcini”. Questo servizio era già disposto esclusivamente per l’attivazione dello SPID, tuttavia da un paio di giorni è stato implementato per aiutare anche chi ha bisogno di accedere ai fascicoli di pubblicità utilità, prenotare esami e prestazioni sanitarie e altro ancora. 

Accogliamo quindi con soddisfazione questa proposta del Comune, sperando possa aiutare tutte le persone in difficoltà.

Qui l’iniziativa del Comune

La risposta all’interrogazione

Durante il Consiglio Comunale di lunedì 8 marzio, l’assessore Cinzia Terzi ha alleviato le nostre preoccupazioni, informandoci di aver contattato ASST e di aver ricevuto un riscontro positivo da parte del direttore, che ha garantito il suo impegno per la ricerca di una soluzione. Nel frattempo, è stato ampliato il servizio offerto dalla biblioteca per aiutare i cittadini nelle prenotazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.