Come sarà il nuovo casello autostradale a Dalmine

Autostrade per l’Italia ha pubblicato il progetto definitivo del nuovo casello autostradale a Dalmine. Il casello non verrà spostato ma verrà costruita una nuova strada che raggiungerà la rotatoria delle Due Torri a Stezzano passando sopra l’autostrada. Vediamo il progetto nel dettaglio.

Il progetto definitivo

Sono disponibili i progetti, datati novembre 2018, delle modifiche al casello autostradale di Dalmine. Il nuovo progetto non prevede lo spostamento del casello, come ipotizzato nei progetti precedenti. Verrà costruito un cavalcavia per collegare il casello alla rotatoria delle Due Torri a Stezzano così da spostare parte del traffico su Stezzano.

Cosa cambia se entri in autostrada. Non si potrà più entrare a Dalmine. Si potrà entrare in autostrada o direttamente dall’uscita della superstrada per Stezzano (A) o dalla rotatoria di Stezzano (B).

Cosa cambia se esci dall’autostrada. L’attuale uscita a Dalmine rimarrà uguale; verrà aggiunta una nuova uscita direttamente sulla rotatoria di Stezzano (C).

Le modifiche alla rotatoria di Stezzano [fonte: progetto definitivo]

E ora? Il passo successivo è il progetto esecutivo, cioè il progetto che dice con precisione quali saranno le modifiche. Restiamo in attessa.

Per non perderti questa e altre notizie su Dalmine, iscriviti alla nostra newsletter mensile:

E la pista ciclabile Sabbio – Stezzano?

Forse non tutti sanno che esiste una pista ciclabile che collega Dalmine a Stezzano: il tracciato è lungo meno di un chilometro e parte dal cimitero di Sabbio per arrivare al centro commerciale Le Due Torri, passando sotto la Tangenziale Sud di Bergamo.

Il nuovo svincolo del casello autostradale preserva questo importante collegamento.

Il rendering del nuovo svincolo presso la rotatoria di Stezzano, si vede la pista ciclabile [fonte: progetto definitivo]

Il quartiere di Guzzanica

Il progetto preliminare, cioè quello precedente a quello definitivo, non dava troppa attenzione all’inquinamento acustico e visivio nel quartiere di Guzzanica.

Come Nostra Dalmine, lista civica con due consiglieri comunali, abbiamo quindi proposto di realizzare delle barriere naturali per salvaguardare il quartiere di Guzzanica.

Il progetto definitivo prevede la piantumazione di numerosi alberi per proteggere via Piemonte a Guzzanica.

Come sarà la barriera di alberi [fonte: progetto definitivo]

Tutta la storia

1997. Convenzione tra Anas e Autostrade Concessioni e Costruzioni Autostrade nella quale è prevista anche la modifica dello svincolo a Dalmine.

2003. La Conferenza dei Servizi – riunione tra gli enti coinvolti nel progetto – approva il progetto per la realizzazione della quarta corsia autostradale. Si dice anche che il casello di Dalmine sarà accordato alla nuova Tangenziale sud di Bergamo. Lo spostamento del casello dovrà essere completato in concomitanza con l’apertura della nuova Tangenziale sud. Spoiler: non verrà fatto.

2005. Approvazione del progetto definitivo dei lavori di realizzazione della nuova tangenziale sud di Bergamo. La Provincia di Bergamo sollecita Società Autostrade a dare attuazione all’impegno di realizzazione del nuovo casello autostradale di Dalmine.

Incontro tra Provincia di Bergamo, Comune di Dalmine e di Autostrade per l’Italia. Autostrade per l’Italia dichiara la volontà della società di procedere all’attuazione dell’intervento, impegnandosi a predisporre il progetto preliminare entro il mese di gennaio del 2006.

2006. Accordo tra Anas, Ministero delle Infrastrutture, Regione Lombardia e Provincia di Bergamo che prevede la realizzazione di infrastrutture varie nel territorio provinciale.

Il casello di Dalmine viene inserito nel 1° lotto – 2° stralcio dei lavori della nuova tangenziale sud di Bergamo (nel tratto Treviolo-Stezzano). Il progetto Treviolo-Stezzano contempla 4 svincoli, due dei quali “in corrispondeza del nuovo casello autostradale di Dalmine”, connesso alla nuova Tangenziale.

2008. Convenzione unica tra Autostrade per l’Italia e Anas: non viene inserito il casello perché “non è ancora consolidato il quadro infrastrutturale dell’area” sia perché “non c’è accordo sulla posizione del casello tra gli entri locali interessati”. Le relative risorse vengono così impegnate per altre cose di più immediata realizzazione.

2010. Inaugurazione tratto Treviolo-Stezzano della nuova Tangenziale sud di Bergamo. Lo spostamento del casello non è stato ancora realizzato. Peraltro il sottopasso – fatto apposta – risulta praticamente inutilizzato.

2011. Il Sindaco di Dalmine Claudia Terzi chiede chiarimenti ad Anas che risponde che non ci sono i soldi per fare il cassello.

2017. Novità: il casello non si sposta perché per Autostrade per l’Italia costerebbe troppo (30 milioni di euro). Viene invece proposta la realizzazione di un cavalcavia per collegare il casello alla rotatoria del centro commerciale Le Due Torri a Stezzano (14 milioni).

2018. Autostrade per l’Italia pubblica il progetto definitivo.

2020. Il 28 maggio 2020 la Giunta Comunale di Dalmine, cioè l’organo composto dal Sindaco Bramani e gli assessori, dà parare favorevole al progetto. Anche la Conferenza dei Servizi dà parare favorevole al nuovo progetto.

E ora? Il passo successivo è il progetto esecutivo, cioè il progetto che dice con precisione quali saranno le modifiche. Restiamo in attessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.