Il progetto di riqualificazione della piattaforma ecologica di Dalmine

L’amministrazione di Dalmine ha preso parte a un bando del Ministero della Transizione Ecologica con l’obiettivo di riqualificare la piattaforma ecologica di via Bastone.

Il 10 febbraio 2022, l’amministrazione di Dalmine ha approvato il progetto “Miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani della Piattaforma Ecologica di Via Bastone” con cui parteciperà a un bando del Ministero della Transizione Ecologica per provare a ricevere 300 dei 400 mila euro totali previsti per la riqualificazione della piattaforma. I rimanenti 100 mila verrebbero finanziati direttamente dal Comune.

Perchè l’Amministrazione ha deciso di puntare su questa riqualificazione?

Sebbene l’edificio si trovi in discrete condizioni fisiche e funzionali, le zone di raccolta e stoccaggio presentano una pavimentazione degradata e poco impermeabile, le tettoie metalliche sono prive di pannelli di copertura e la recinzione è disomogenea e poco sicura.

Gli interventi principali

  • Rifacimento della pavimentazione in calcestruzzo impermeabile
  • Realizzazione di nuove tettoie metalliche con relativo ampliamento dell’area di raccolta differenziata
  • Rifacimento dell’impianto di illuminazione delle tettoie
  • Rifacimento delle barriere metalliche della rampa per velocizzare la fruibilità delle aree di raccolta differenziata
  • Realizzazione di un nuovo cancello metallico e di nuove recinzioni in calcestruzzo
  • Nuovo sistema di videosorveglianza
  • Realizzazione di due posti auto esterni
  • Rifacimento del manto stradale interno alla piattaforma ecologica

In caso di aggiudicazione dei fondi e successiva realizzazione del progetto, i lavori dureranno quattro mesi.

Tutti i documenti del progetto (PDF)

Manca la cittadella del riuso

Come Nostra Dalmine, lista civica con due consiglieri comunali, siamo naturalmente soddisfatti della decisione di risolvere i problemi strutturali della piattaforma ecologica.

Si è un po’ persa l’occasione di dare una caratterizzazione nuova alla piattaforma ecologica, ad esempio con l’introduzione della cittadella del riuso, già promessa dall’amministrazione nel 2020. La cittadella del riuso è un luogo dove le persone potrebbero trovare oggetti gratuitamente, senza necessità di dover provvedere al loro acquisto. È un intervento che sarebbe importantissimo per promuovere un ciclo virtuoso di ricircolo degli oggetti in buono stato così da evitare di buttare quegli oggetti che non si usano più. Un vantaggio ambientale ed economico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.